Il Rotaract

I club Rotaract riuniscono i giovani tra i 18 e 30 anni per scambiare idee con altri leader della comunità, sviluppare doti di leadership e competenze professionali e svolgere progetti di service divertendosi insieme.

RotaractNelle comunità di tutto il mondo, i soci del Rotary e Rotaract lavorano insieme per passare all’azione attraverso il service. Dalle grandi città ai villaggi rurali, il Rotaract sta cambiando le comunità come la tua.

Attualmente sono attivi oltre 10.900 Club Rotaract che contano circa 250.000 soci in 184 paesi. All’interno del distretto 2060 (Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige) sono attivi 45 club.

IL ROTARACT LIGNANO SABBIADORO – TAGLIAMENTO

Il club è stato fondato nel 1985 ed è stato attivo fino al 2004. Dopodiché le attività sono state sospese ed infine riprese nel 2011, anno che ha segnato l’ingresso in una nuova fase della vita dell’associazione. La rifondazione è stata resa possibile dall’impegno del Rotary Lignano Sabbiadoro Tagliamento, che riveste il ruolo di club padrino, e dall’iniziativa di alcuni giovani della zona, con l’aiuto del Rotaract di S.Vito al Tagliamento.

20191114 15 33 35Attualmente il club conta 15 soci attivi, alcuni dei quali sono presenti fin dalla rifondazione. I soci hanno età comprese tra i 18 e 30 anni, e provengono, oltre che dalla città di Lignano, anche da vari centri urbani dell’entroterra (Latisana, S.Michele al T., Portogruaro, Pocenia, S.Stino di Livenza).

Le riunioni di club si tengono ogni 14 giorni presso una sede preventivamente concordata tra i soci nelle località di Lignano o Latisana, solitamente nella serata del venerdì.

Oltre a prevedere un tempo dedicato alla pianificazione della varie attività, sono occasioni conviviali in cui sviluppare rapporti di amicizia e consentire il confronto di idee in un clima sempre stimolante, favorito dalla varietà di interessi e di attività professionali dei soci (per la maggior parte formati in campo economico, architetturale o medico, ma con interessi e passioni anche in ambito letterario, musicale, sportivo, ecc..).

Il club è gemellato e legato da storica amicizia con i club di Udine Nord – Gemona e all’estero con i club di Klagenfurt e Ljubljana.

Oltre al contributo per la realizzazione di progetti internazionali (End Polio Now e altri) e nazionali, e la partecipazione allo svolgimento di service distrettuali o di zona, il club ha realizzato autonomamente vari service a sostegno di associazioni o progetti.

Tra i principali si ricordano:

- AIRC: con l’organizzazione autonoma dei banchetti per la vendita di cioccolatini, arance ed azalee per la ricerca contro il cancro.

20191114 15 33 381- AIRETT: con serate di divulgazione e con il supporto, grazie anche al supporto del Rotary, per la progettazione e lo sviluppo di un dispositivo medico (puntatore laser) fondamentale per stimolare la comunicazione e l’interazione emotiva delle bambine con sindrome di Rett, nell’ambito del progetto “Comunico anch’io”.

- Vigili del Fuoco di Lignano, asilo di Latisana: con l’acquisto di materiale necessario allo svolgimento delle attività.

- Concerto “Voci per la natura”, in interclub con S. Vito al Tagliamento: per raccolta fondi per le attività della protezione civile e il ripristino dell’ambiente naturale in seguito alla tempesta Vaia che ha colpito le montagne venete e friulane.

- Service di educazione alimentare presso le scuole primarie della zona.

- Orientamento scolastico universitario presso le scuole superiori del comune di Latisana.

Il Rotaract club è un’associazione aperta a tutti!

Ti piace quello che facciamo? Vieni a conoscere le nostre attività, basta mandare una email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Marco Maria Movio, presidente Rac Lignano Sabbiadoro-Tagliament

 

Cos’è un service?

Il service è un racconto a più capitoli: nasce come una trama abbozzata, a questa segue un suo dispiegarsi e un finale spesso lasciato aperto. Ha i suoi protagonisti, un obiettivo, un messaggio da lanciare e da depositare finché non dà frutto.

20191114 15 33 371Ciascun protagonista ha un ruolo e partecipa attivamente, contribuendo con il proprio apporto personale alla buona riuscita del service. Ma, nel farlo, non è solo: deve imparare a concertare con un gruppo e a riconoscere nell’altro una fonte di arricchimento. Laddove la beneficenza rappresenta una vocazione puramente individuale, il service diventa un momento di condivisione e di maturità, di conoscenza reciproca e di incontro.

L’obiettivo, come per la beneficenza, è porgere una mano e creare ponti fra la nostra quotidianità e le altre realtà che ci circondano, togliendo la patina che spesso oscura l’occhio di chi non vuole vedere le fragilità della condizione umana. Ma questo passaggio avviene per noi attraverso eventi, conferenze o attività alternate a conviviali che ci aiutano a entrare nel cuore del sociale e capirne gli ingranaggi pratici ed emotivi. Il “servizio” rappresenta solo un momento successivo a una formazione nel campo in cui si decide di operare e, dunque, un esercizio di scambio più che di semplice donazione, in cui non c’è un donatore e un beneficiario, ma due parti che, da un avvicinamento, traggono entrambe profitto. E se di scambio si tratta, diventa un gioco fra pari, da cui non nasce uno sterile sentimento di commiserazione per il “meno fortunato”, ma di vicinanza e comprensione, di conoscenza e riconoscimento della particolarità di ogni individuo, della diversità non già come fardello ma come risorsa.

Ed è da questo che ricaviamo la componente umana del service che può tradursi in una parola chiave, leitmotiv di ogni rotaractiano: motivazione. Il messaggio che lanciamo è che anche una piccola goccia può creare un’onda, e che questa può diffondersi tutt’attorno nell’immenso mare. E la stessa goccia può scavare montagne, se ha costanza. E noi giovani, con la nostra motivazione, non siamo certo più piccoli di una goccia d’acqua: possiamo ancora fare tanto.

Maria Pernice, socia Rac Lignano Sabbiadoro Tagliamento

(Ssaggio vincitore concorso “differenza tra beneficenza e service”, 2018)