COLLABORARE PER UNO SCOPO COMUNE

Il nostro Club si confronta per contribuire a sensibilizzare la comunità sul problema delle plastiche nel mare.

Su iniziativa del Rotary Club Lignano Sabbiadoro ,venerdì 22 novembre, si sono incontrati il presidente del Rotary Lignano Antonio Simeoni, la Direttrice dell'Istituto Oceanografico di Trieste dr.ssa Del Negro (in conference call), i legali rappresentanti dei principali concessionari demaniali della spiaggia di Lignano (Il presidente della S.I.L.Spa dott. Pozzo Renzo, il presidente di Lignano Pineta Spa dott Giorgio Ardito, il presidente del Consorzio Spiaggia Viva Donatella Pasquin) il direttore area manager del gruppo Illiria Luca Balestrai,i soci rotariani Michela Sette, Gionata Lanza, Paolo Zangrando, Maurizio Sinigaglia, per individuare alcune iniziative al fine di sensibilizzare le persone al problema delle plastiche nel mare.

ll progetto vede il pieno appoggio della dottoressa Del Negro, rotariana, Direttore Generale dell’Istituto di Oceanografia e Geotecnica Sperimentale di Trieste, uno degli undici istituti alle dipendenze del Ministero della Ricerca Scientifica delegato a studiare e monitorare il mare e le coste italiane.

A fronte al problema sempre più pressante della sovrapproduzione di rifiuti in particolare di plastica che se non correttamente raccolta e riciclata si riversa sui nostri mari ed oceani con effetti inquinanti enormi , la proposta consiste nel realizzare dei contenitori per posizionarli in 5-6 punti della spiaggia di Lignano e nei quali le persone che camminano sulla spiaggia, liberamente possono raccogliere le plastiche e depositarle in questi contenitori . Verranno anche messi a disposizione dei sacchi ,in materiale biodegradabile, per facilitare la raccolta del materiale plastico. Materiali plastici che saranno oggetto di analisi e studi da parte dell' istituto Oceanografico.

Luca balestra rappresentante del Gruppo Illiria, informa che la sua azienda   è sensibile a questa problematica ed hanno avviato un sistema di riciclo dei materiali usati per  i loro prodotti, inoltre hanno , la scorsa estate, realizzato un progetto simile a questo, che consiste nell'aver piazzato sulla spiaggia di Lignano Sabbiadoro un contenitore a forma di secchiello nel quale i turisti mettevano le bottiglie vuote di plastica. Favorevole all’iniziativa dà la propria disponibilità a fornire, eventualmente, altri secchielli . 

. La presidente del consorzio “spiaggia viva”  Donatella Pasquin informa che nell'estate 2019 il suo consorzio che raggruppa gli operatori economici dell'arenile lignanese ha già visto aderire tutti i bar e ristoranti della spiaggia al progetto di abolire l'utilizzo della plastica monouso. E’ favorevole ad una collaborazione con la nostra associazione per incrementare la sensibilità verso questo problema.

Tutti concordi di mettere in atto delle azioni concrete per ripulire il nostro litorale e per realizzare una campagna d’informazione rivolta anche ai più piccoli, agli studenti e alle famiglie con opuscoli illustrativi e cartellonistica.