RELATORI: TIZIANA CIVIDINI E L'ARCHEOLOGIA NELLA BASSA FRIULANA

PRESENZE ROMANE, REPERTI E SCAVI SULL'ASSE DEL TAGLIAMENTO E DELLO STELLA

20160301 tizIl vicepresidente Lorenzo Cudini ha presentato , introducendo alla relazione della serata, la dott.ssa Cividini Tiziana. Archeologa professionista ha parlato sulle presenze romane nella bassa friulana tra produzione locale ed importazione. Le sue indagini sul territorio sono iniziate concentrandosi

sulla topografia dello stesso, e con i reperti che gli scavi restituivano, si è potuto stabilire la forte presenza umana e romana sul territorio specie nelle aree comprese fra Ronchis, Teor, Rivignano, Varmo e su tutto l’asse dei fiumi Tagliamento e Stella.

Bassorilievi, vasi, ceramiche, coppi per coperture in terracotta, un mondo da indagare con attenzione e pazienza ma che restituisce notizie molto interessanti sulla vita e sulle abitudini dei nostri lontani progenitori. La dott.ssa ha illustrato con particolare entusiasmo il ritrovamento della fornace di Ronchis. Un piccolo capolavoro archeologico che in otto/nove mesi di lavoro ha dato notizie di un mondo solo apparentemente lontano da noi.20160301 Lamenta , la relatrice , la scarsità di fondi che accompagna questi lavori di ricerca e spesso l’abbandono di questi reperti che appena rintracciati, riscoperti, vengono subito abbandonati e dimenticati. È un peccato, incalza, perché questi ritrovamenti potrebbero consentire un allargamento dell’area turistica convogliando, specie nelle aree della pianura friulana, importanti flussi di turisti oltre che di studiosi. La stessa fornace, rinata a pochi metri dal casello autostradale Venezia-Trieste, è stata, sia pure per prudenza, ricoperta.

È seguito un dibattito interessante con delucidazioni sulle indagini e sugli scavi successivi.

“ Senza passato non ci sarà futuro” ammonisce Tiziana; riusciremo?

Foto della serata nella nostra galleria fotografica            E.C.