RELATORI:PROF.ALFEO MINISINI E LE ORIGINI DELLA LINGUA FRIULANA

quandO é nata la LINGUA FRIULANA?

Caminetto all’insegna della “friulanità” quello di martedì 28 marzo.Dopo aver ricordato Don Domenico Zannier, grande tutore della lingua friulana, Enrico Cottignoli ha presentato il relatore della serata il prof. Alfeo Minisini.

Il relatore ha cercato di rispondere alla difficile domanda della data di nascita della lingua friulana ?”.

La Lingua friulana fa parte del gruppo ladino o retoromanzo , è stata riconosciuta come lingua alla fine del secolo scorso, fino ad allora era considerata un dialetto. E’ una lingua neolatina, non ha un data precisa di nascita  però subito dopo il medioevo ci sono testimonianze di un mezzo di comunicazione con particolari caratteristiche fonetiche e morfologiche che erano distanti dal dialetto italico diffuso e che erano più vicine al francese antico. Il “Friulano” si è sviluppato in quel corridoio abitato dai Galli. Caio Giulio Cesare tra il 58 e il 50 a.C. descrive nel suo “de Bello Gallico” le sue conquiste nel territorio dei Galli che andava dall’attuale Cividale , su per la Carnia ,fino in Francia .Tracce della lingua friulana si trovano attualmente nel Cantone svizzero di Grigioni ed è considerata la quarta lingua della Svizzera.Le affinità con la lingua francese sono molteplici esempio il plurale delle parole si ottiene con l’aggiunta della ” S” finale. ancora dopo la C - G - B - F si mantiene le consonanti senza l’aggiunta della H come avviene nella lingua italiana.Secondo le ricerche del linguista e glottologo Isaia Ascoli già nel 1500 era istituzionalizzata questa forma di comunicazione. Ci sono testimonianze di sonetti, poesie e ballate  scritte in linguaggio friulano dal 1300.

Nel 1871  è stato fatto il primo vocabolario friulano. Pierpaolo Pasolini è stato un grande sostenitore della lingua friulana. I friulani sono emigrati in tutto il mondo e ovunque hanno mantenuto le loro tradizioni e la loro lingua.

Alla fine il relatore ha ricordato il suo amico e grande cantore e difensore della cultura e della lingua friulana Don Domenico Zannier.