VINCERE L’INDIFFERENZA... PER FARE LA DIFFERENZA

STEFANO CAMPANELLA GOVERNATORE DISTRETTO ROTARY 2060

20190930 StefanoCampanellaIl Presidente internazionale Ian Riseley, che riassume gli obiettivi dell’annata nel motto “Il rotary fa la differenza”, scrive:

“Alcuni anni addietro, un nuovo conoscente mi ha fatto, sulla carta, una domanda molto semplice: “Cos’è il Rotary?”. Stavo per rispondere quando mi sono reso conto che, per dirla tutta, non sapevo dove cominciare. Il problema non era che non sapevo cos’era il Rotary, tutt’altro, ma che il Rotary era, ed è tuttora, troppo grande e complesso da definire facilmente. È un’organizzazione che si basa sui soci, sui club e sul service; siamo presenti a livello locale, regionale e internazionale; siamo membri della comunità, professionisti, commercianti, impiegati e pensionati, persone attive in quasi ogni Paese del mondo. Ognuno degli oltre 1,2 milioni di soci ha

i propri obiettivi, esperienze e priorità e ognuno ha una comprensione particolare del Rotary.

Secondo me, il Rotary non si definisce da chi siamo, ma da ciò che facciamo: dal potenziale che ci offre il Rotary, e dai modi in cui realizziamo il potenziale in opere di service significative e durature.

Il Rotary esiste da oltre 112 anni. In un certo senso, siamo cambiati veramente tanto, e siamo cresciuti, adattandoci ai bisogni in continuo cambiamento. Ma, restiamo gli stessi nella nostra essenza: siamo persone con il desiderio e la capacità (tramite il Rotary) di fare la differenza nelle nostre comunità e nel mondo. Rispondiamo alla domanda “Cos’è il Rotary?” con le nostre azioni: facendo la differenza attraverso il nostro servizio.

20170919 MottoCome organizzazione, riconosciamo l’importanza di far conoscere cos’è il Rotary e cosa facciamo e, allo stesso tempo, sappiamo che è più importante che mai consentire ad ogni club di definire il service del Rotary per conto proprio. Come Rotariani, abbiamo più flessibilità che mai per decidere come i club potranno riunirsi, lavorare e crescere. Siamo sempre più impegnati ad assicurare che nel Rotary siano rappresentate le persone che vogliamo aiutare, con più donne e un effettivo più diversificato.

Vogliamo far sì che il Rotary rimanga l’organizzazione umanitaria di service di volontariato tra le più importanti al mondo, focalizzando l’attenzione sulla pianificazione a lungo termine, il service sostenibile e la continuità nella leadership ad ogni livello.

Nel 2017/2018, risponderemo alla domanda “Cos’è il Rotary?” attraverso il tema: Il Rotary fa la differenza. A prescindere dal modo in cui ognuno di noi sceglierà di adoperarsi, lo faremo sapendo che il service fa la differenza nella vita degli altri. Dalla costruzione di un parco-giochi a una nuova scuola, dalle cure mediche o condizioni igienico-sanitarie, alla formazione di mediatori o ostetriche, sappiamo che le nostre opere, piccole o grandi che siano, possono cambiare vite in meglio.

A prescindere dalle motivazioni individuali riguardo all’affiliazione, è la soddisfazione che troviamo nel Rotary a farci rimanere: la soddisfazione di sapere che, settimana dopo settimana, stiamo realizzando il nostro motto: Il Rotary fa la differenza.

Ian H.S. Riseley

Presidente, Rotary International, 2017/2018”

L’immagine mostra il nostro Governatore, Stefano Campanella, con la moglie Adele durante il suo incontro con il Presidente internazionale Ian Riseley e la moglie Juliet.

Stefano Campanella ci chiede di partire dal “Vincere l’indifferenza per … fare la differenza”.

Insignito di due onorificenze “Paul Harris Fellow”. Entrato nel Rotary Club Verona Soave nel 1993. Anni di presidenza del Club: 1997/1998 e 2006/2007. Incarichi svolti nel Club: Presidente: 1997/1998 - 2006/2007. Componente Consiglio Direttivo 1994/1995 - 1996/1997 - Dal 1998 al 2006 - Dal 2007 al 2016 Incarichi distrettuali: 2014/2015 Componente Commissione Formazione - 2015/2016 Componente Commissione Emergenza Lavoro – Rotary per il lavoro/Componente Commissione Risorse Idriche, Salute e Fame - 2016/2017 Componente Consiglio distrettuale di gestione/ Vice Presidente Progetto Rotary “Distretto 2060” - ONLUS/ Componente Comitato Esecutivo Emergenza Lavoro - Rotary/Coordinatore Commissione Progetti Sociali/ Componente Commissione Risorse Idriche, Salute e Fame.

Dal 1975 è sposato con Adele, padre di Michelangelo, ha due adorati nipotini Stefano e Matilde.

Laureato in medicina nel 1972 presso la Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con la votazione di 110/110 e Lode. Inizia la sua esperienza lavorativa nel giugno 1973 quale Medico Ospedaliero della Regione Veneto e diventa responsabile del Centro Antidiabetico dell’Ospedale di Zevio (VR) sino ad aprile del 2003, successivamente assume l’incarico di Direttore del Servizio di Medicina Legale, a Valenza Dipartimentale, dell’Ospedale di Legnago sino a febbraio 2012, quando va in pensione. Consulente Tecnico d’Ufficio presso il Tribunale di Verona dal 1990. Specialista in Gastro- Enterologia (Roma), Medicina Interna (Padova), Patologia Generale (Roma), Medicina Legale e delle Assicurazioni (Firenze). Presidente dell’ASMEL (associazione dei Medici Legali di Verona) dal 2008 al 2012. Possiede esperienze amministrative in campo artistico teatrale e musicale in quanto dal 1981 al 1985 è stato componente della Commissione Estate Teatrale del Comune di Verona. Successivamente dal 1988 al 1998 Vicepresidente dell’Ente Lirico Arena di Verona, con delega piena alla Presidenza, rilasciata in successione da quattro Sindaci di Verona e da un Commissario Governativo.