RELATORI: VIVIANA FACCHINETTI E “IL FRIULI VENEZIA GIULIA, UNA REGIONE TURISTICAMENTE ABILE”

IL DOCUMENTARIO CHE RIASSUME LE MOLTEPLICI INIZIATIVE SVILUPPATE PER RENDERE “ABILE” LA REGIONE A FAR TRASCORRERE BELLE VACANZE ANCHE A CHI HA DISABILITÀ

Viviana Facchinetti, la nota giornalista radio televisiva impegnata in numerose opere relative all’esodio Giuliano-Dalmata e alla storia della nostra terra, annovera tra le sue molteplici opere uno specifico video documentario che ha per soggetto il turismo accessibile nella nostra regione.

Una carrellata sull’assistenza offerta ai diversamente abili che consente una nuova dimensione ad un turismo capace di investire per migliorare le proprie strutture grazie a risorse non solo pubbliche ma anche di tanti privati imprenditori che credono in questa fascia di utenza, sempre più viva e sempre più vitale, sullo sfondo però di una particolare attenta sensibilità.

Una occasione per ricordare le tante organizzazioni e associazioni che creano e accompagnano le persone nei percorsi come la Ge.Tur o i sodalizi sportivi che si impegnano nella pratica sportiva per le persone diversamente abili.

La gamma va dalla barca a vela alle iniziative sulle nostre bellissime Alpi con una incredibile varietà di sfaccettature. Ad iniziare dall’aeroporto, organizzato non solo il servizio di accoglienza su prenotazione con apposite attrezzature ma persino l’evasione della richiesta fatta via radio dal comandante di un aereo in arrivo.

La Barcolana, con le sue migliaia di vele, mette a disposizione ben quindici imbarcazioni dedicate un progetto che nasce fuori Trieste ma che ha contribuito a far crescere altre iniziative. La Bavisela, Maratona d’Europa, offre una spazio specifico dedicato con assistenza specifica completa.

C’è il progetto firmato da 17 comuni della regione con capofila Gemona. A Lignano la Ge.Tur. con dimensioni e servizi fuori dal comune, compreso un centro dialisi. Lignano offre inoltre agli appassionati di vela disabili assistenza ottimale per la messa a mare delle proprie imbarcazione con posti auto e barca riservati. Questo grazie ai Volontari del Circolo Velico alto Adriatico, attivo nell'ambiente della disabilità. In pochi anni il sodalizio è riuscito a preparare molti atleti che sono saliti sul podio di regate nazionali e internazionali.

Tante le voci delle associazione che coniugano il turismo accessibile, pensato anche per le famiglie, come la Conte casa albergo sull'Altopiano carsico triestino per disabili fisici e psichici con soluzioni architettoniche e tecnologiche d'avanguardia. Tarvisio con le gare coppa Europa e la speranza, nel 2012, anno di produzione del filmato, di ottenere i mondiali. Speranza realizzatasi con successo.

Il Castello di Miramare, che ha attrezzature che ne consentono la visita non solo ai non vedenti ma anche ai vedenti. Bendati possono vivere l’esperienza di una visita senza vedere con gli occhi.

E ancora Staranzano con il maneggio e il personale specializzato o il Parco cura nella Alpi carniche che rende possibile una escursione nella natura e in montagna su percorsi appositamente attrezzati a persone disabili compresi i non vedenti.

Interviste con organizzatori, pubblici amministratori e atleti disabili. Un documentario che parla di un mondo vivo, positivo, capace di trasformare le difficoltà in opportunità. Tutti uniti da un unico obiettivo, ridurre gli ostacoli ad una vacanza serena agli ospiti con disabilità.

Viviana Facchinetti lo riassume in un concetto: pensare positivo, agire positivo, vivere positivo. Racconta aspetti del complesso lavoro che sta dietro il filmato ed infine condivide gli applausi con il Maestro Umberto Lupi, autore della colonna musicale del documentario.

Il successivo dibattito, aperto dal Presidente Cottignoli ricordando come il club sia direttamente impegnato in iniziative a carattere culturale come “Diversamente Arte” o il prossimo concerto della prossima estate, allarga la gamma delle proposte per ulteriori iniziative.

Nella foto il maestro Umberto Lupi, Viviana Facchinetti ed Enrico Cottignoli